Il mare, lo sciabordio delle onde,

la sabbia sotto i piedi,

l’arte, la musica, la danza,

Svetlana Zakharova, i gatti, i papaveri,

Parigi, il profumo dei libri nuovi e mai letti, il calore del sole sulla pelle,

i teatri, la pittura sulle mani, le giornate di sole, i film di Tim Burton,

l'odore della pioggia, la furia dei temporali in estate, Taylor Swift,

i tramonti sul mare,

i gabbiani che accolgono le barche che entrano nel porto,

le ore passate ad una sbarra di una sala da danza e tutti quei sogni troppo grandi per stare in un cassetto.

“Sii sempre come il mare che infrangendosi contro gli scogli, trova sempre la forza di riprovarci.”

“Nella profondità dell'inverno, ho scoperto alla fine che dentro di me c'è un'estate invincibile.”

"…and then, I have nature and art and poetry, and if that is not enough, what is enough?”
— Vincent Van Gogh
"Solo gli inquieti sanno
com’è difficile sopravvivere alla tempesta
e non poter vivere senza.”
—  E. Brontë
"È una di quelle cose che è meglio che non ci pensi, se no ci esci matto.”
— Alessandro Baricco
"Pensare a qualcuno prima di addormentarsi è il modo peggiore per aspettarlo.
Fa male. E provoca sogni, bisogni.”
— Agne Rumi 

.

-

"Ma se sai come ti senti e sai chiaramente cosa hai bisogno di dire, non penso tu debba aspettare. Penso tu debba parlare ora.”
— Taylor Swift, Speak Now album
"Se solo potessimo vedere l’infinita catena di conseguenze derivanti da ogni nostro minimo gesto. E invece ce ne rendiamo conto soltanto quando rendersene conto non serve più a nulla.”
— John Green, Cercando Alaska
"A lot of the time when people ask me about songwriting the most popular question I get is, ‘How do you know where to start?’ which is a good question. I guess the simple answer would be I just write about the things that haunt me the most, I guess. And you know, that sounds kind of depressing, but good things can haunt you the same way as bad things can haunt you. Good memories can leave even more of a mark or a scar on your heart as the bad times, and the bad memories, and the slamming doors, and the fights. So when I say that I write about things that haunt me, they’re not always about bad ghosts. I think you can have a lot of ghosts that you’re carrying around with you. Sometimes you wish you could forget the good times even more than the bad times because you just keep replaying the things you remember all too well.”
— Taylor’s speech before All Too Well in Jakarta (x)

“Miscommunications lead to fallout. 
So many things I wish you knew. 
So many walls I can’t break through
.

-

©